Basi di AI Marketing: il circolo virtuoso dell’AI nel quotidiano

AI MArketing Basi

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Serie di video dedicata alle basi di AI Marketing.

L’Intelligenza Artificiale sta cambiando il mondo del marketing così come il nostro quotidiano.

Siti web, social, smart device, chatbot sono solo alcuni esempi. Machine Learning, Deep Learning, IoT, Chatbots sono solo NOMI che diamo a sistemi matematici che devono essere addestrati e programmati dall’uomo.

L’AI può trasformare il modo in cui coinvolgi il tuo pubblico.

Eccoci al primo video della rubrica Basi di AI MARKETING per scoprire come l’Intelligenza Artifciale possa aiutare nelle attività di Marketing delle Aziende.

In questo appuntamento:

  • Interazione quotidiana con l’Intelligenza Artificiale
  • AI: varietà di applicazioni
  • Il circolo virtuoso dell’AI
  • Come si applica al marketing
  • Cosa vedremo la prossima volta

Qui le slide del video

AI Marketing nel quotidiano

Utilizziamo strumenti più o meno sofisticati per fare le nostre attività di marketing quotidiane.
Moltissimi di questi strumenti hanno già al loro interno degli algoritmi basati
su Intelligenza Artificiale.

Una cosa molto importante che vedremo nel corso
di questo incontro è il fatto che l’Intelligenza Artificiale è matematica.

L’Intelligenza Artificiale è numeri.
L’Intelligenza Artificiale non è affatto un’intelligenza se non c’è un’intelligenza umana
a crearla, addestrarla e poi a utilizzarla.
Si tratta di strumenti.

Giusto per fare un esempio, Alexa riconosce quello che stiamo dicendo, lo interpreta e va a cercare online quello che sono state le nostre richieste.

Per esempio, potremmo averla configurata per dirci quali sono le notizie più importanti della giornata e quindi, mentre facciamo colazione, beatamente con la nostra tazzina di caffè, Alexa legge.

Quali sono le notizie più importanti della giornata?
Beh, di nuovo, una ricerca che è basata su dei trend: su dei trend d’interazione, su dei trend di ricerca.

Quello che oggi è importante anche con la stessa chiave di ricerca potrebbe semplicemente non esserlo domani.

Una relazione molto umana

Come influenza il marketing tutto questo?
Beh, laddove c’è un prodotto, laddove c’è degli acquirenti, un acquisto, delle navigazioni, della fruizione di contenuti di vario genere – dalla musica ai prodotti a immagini, video e tutto quello che preferite – lì c’è marketing, indubbiamente.

Andrew Ng parla di circolo virtuoso dell’AI.

AI Marketing circolo virtuoso

Come vedete è un loop di miglioramento. Da dati si hanno prodotti migliori, più utenti.

Facciamo un esempio concreto. L’esempio che fa Andrew è quello dei motori di ricerca, Google per esempio.

Google ai suoi inizi non era così accurato, non era così potente nelle raccomandazioni.
Ovviamente nel tempo ha migliorato gli algoritmi ed è riuscito a diventare quello che oggi uno,
almeno in Europa quantomeno, dei leader nei motori di ricerca.

Come ha fatto?
Fondamentalmente grazie ai dati. Più vengono utilizzati certi sistemi, più questi migliorano i propri output, quindi più dati producono un prodotto migliore, un’esperienza migliore.

Google riesce analizzare massivamente come si è comportata una grande massa di persone e, quindi, a dare dei suggerimenti che siano più azzeccati rispetto a quello che sono le richieste degli utenti.

Magia?

No dati.

Altro da leggere

AI Marketin Personalizzazione

AI Marketing e Personalizzazione

Scopri come l’AI ti aiuta a personalizzare meglio i tuoi contenuti

Time for Innovation

Where are you from?