AI e immagini per il marketing: come il visual influenza le strategie

AI, immagini e marketing. Fondo giallo con scritte rosa e macchina fotografica stilizzata

Condividi questo post

Le immagini sono il focus delle strategie di marketing, e l’AI è il miglior alleato che abbiamo.
Un’immagine accattivante può fare la differenza tra avere o non avere una campagna marketing di successo. I marketer lo sanno bene, ed è per questo che le immagini hanno sempre un posto d’onore nella pianificazione delle attività di mercato.

L’AI, combinata alle fotografie e alle immagini, può essere la scelta vincente per le strategie di marketing. Come cambierà il nostro modo di usare le immagini e come influenzerà la comunicazione?

Come le immagini influenzano il ROI dei contenuti social

Riesci a immaginare qualcosa di più popolare delle immagini?

Vediamo, scattiamo e condividiamo milioni di foto ogni giorno. Lo facciamo il più delle volte con i nostri smartphone, immortalando noi stessi, oggetti, paesaggi e altro ancora. Tutti questi contenuti sono spesso destinati ai nostri account Instagram, Snapchat, TikTok e Facebook, dove possiamo mostrare al mondo quanto sia straordinaria la nostra vita.

Nel nostro mondo contemporaneo, le immagini dominano. Siamo passati da enormi macchine fotografiche a minuscoli, sottilissimi telefoni con risoluzione HD, e li usiamo ogni giorno.

Nelle strategie di marketing, le immagini sono uno degli elementi più importanti.

Gli articoli con immagini accattivanti hanno in media il 94% di visualizzazioni in più rispetto agli articoli che ne sono privi. 

La comunicazione visiva è immediata e facile da assimilare. 

Le immagini possono catturare l’attenzione della gente, enfatizzare un messaggio, e persino diventare estremamente popolari. Possono parlare al cuore delle persone e rendere facilmente riconoscibili i brand – e i loro contenuti.

Sui social media, se non riesci a catturare l’attenzione della gente, stai sprecando tempo e risorse.

La giusta immagine può influenzare positivamente le vendite e le conversioni.

AI, immagini, marketing

Se combiniamo fotografia e AI, il risultato è sbalorditivo. Scopriamo insieme cosa può fare l’Intelligenza Artificiale nel mondo delle immagini.

Cominciamo dal modo più comune e intuibile: usare l’Intelligenza Artificiale per le foto, anche se ci è voluto molto tempo. Gli scienziati ci hanno messo vent’anni per creare un affidabile riconoscimento di immagini realizzato dall’AI.

Le macchine possono finalmente vedere la realtà che le circonda quasi come un essere umano. Grazie alla pratica e a un po’ di aiuto (beh, più di un po’!) da parte del machine learning, il software di AI impara ad associare immagini diverse a concetti specifici. È un lungo percorso, perché bisogna considerare molte variabili.

Ad esempio, quanti tipi di gatti riesci a ricordare? I gatti possono essere rossi, neri, bianchi. Hanno pelo lungo o corto, a coda lunga o corta, ci sono diverse razze (un  British shorthair è molto diverso da un Persiano o da un Bombay black). Inoltre, non sono statici. I gatti si muovono e possono assumere posizioni diverse. Possono saltare, mangiare o dormire. Tutte queste immagini sarebbero diverse, ma un essere umano le riconoscerebbe tutte come “fotografie di gatti”.

Siamo lontani da questi risultati da parte delle macchine, eppure l’Intelligenza Artificiale per il marketing e le vendite può senza dubbio essere d’aiuto.

Riconoscimento dell’immagine per il social listening

Il riconoscimento dell’immagine può individuare un brand in tutto il web, in modo da scoprire opportunità e minacce, le reazioni dei clienti e i legami emotivi con i marchi. Il social listening è un grande aiuto.

Sai come viene usato il tuo prodotto?

Puoi saperlo.

Analizzando milioni di immagini, trovando il tuo marchio e analizzando i contesti d’uso delle persone che condividono le loro foto.

Potresti scoprire che la tua lattina è utilizzata come portavaso e farla diventare un oggetto cult…

Generazione di immagini

Il prossimo passo per unire AI e foto è la generazione di immagini. Questo può essere fatto grazie a un processo chiamato GAN, Generative Adversarial Network, o Nets, inventato nel 2014 dal ricercatore di Google Ian Goodfellow. La tecnologia GAN può creare immagini e video realistici. C’è anche spazio per le opere d’arte originali generate dall’IA, per esempio Deep Dream Generator.

Immagini e opere d'arte create dall'AI su Deep Dream
Deep Dream

Non sempre hai il modello o la modella giusti, la stanza giusta o l’animale giusto per le tue foto commerciali. E anche in questo caso, l’AI e le immagini possono venirci in aiuto per migliorare le strategie di marketing.

L’AI può generarli per aiutarti nelle tue strategie di marketing e vendita.

Oppure, dai un’occhiata alle foto di queste attraenti persone… inesistenti. Sono tutte creazioni dell’AI.

I volti di Generated.photos. Non diresti mai che siano creati da un’AI, vero?

Modifica di immagini per il marketing con l’AI

Accanto a generazione e riconoscimento, uno dei modi in cui la manipolazione delle immagini ci è più nota è la loro modifica.

Probabilmente hai usato qualche app basata su AI per modificare le foto, e magari non lo hai mai saputo!

Non ci credi?

Grazie all’AI possiamo avere sfondi sfocati mentre ci scattiamo un selfie, avere la pelle perfetta, e anche utilizzare – ovviamente – il riconoscimento facciale.

Hai presente quei filtri di Instagram con le orecchie da gatto, il trucco perfetto o le facce spaventose? Ebbene sì, per i tuoi selfie più belli devi ringraziare anche l’AI.

Conclusioni

Le immagini possono davvero fare la differenza? Sì. Viviamo in un mondo sempre più focalizzato sulla parte visuale dei contenuti, tanto che decidiamo dalla foto, in un paio di secondi, se leggeremo un articolo o no.

L’AI ci permette di generare e analizzare immagini con una velocità e una precisione mai viste prima, un enorme aiuto per il marketing ma anche per moltissimi altri campi della nostra vita quotidiana.

Altro da leggere