ROI e Content Marketing: come puntare nella direzione giusta

ROI e content marketing

Condividi questo post

Il ROI per il Content marketing, come per qualsiasi altra attività che richieda di misurare gli investimenti fatti, è un aspetto fondamentale.

Il marketing deve portare risultati. Inoltre, i risultati devono essere misurati. Altrimenti, sono solo idee di fantasia.

Infine, con un approccio bottom-up, è necessario ottimizzare ciò che si sta facendo con il team di marketing, portando prove, numeri reali e ROI al capo.

La crisi per il COVID-19 ci sta ancora travolgendo, colpendo duramente i nostri sforzi per quanto riguarda il marketing.

Cosa possiamo fare?

Ti mostrerò come ottenere il massimo dalla vostra strategia, ottimizzando marketing e budget.

L’impatto del COVID-19 sul ROI del content marketing 

Il COVID-19 ha avuto un impatto sul marketing e sul ROI del content marketing?

Sì.

Il consumo di contenuti è aumentato.

Negli insights del benchmark sull’impatto del COVID-19 su Marketing e Vendite di Hubspot è possibile vedere una crescita del tasso di apertura.

COVID-19 Marketing e Vendite 

Ma cos’è successo in termini di ROI?

Le risposte alle e-mail di vendita sono negative.

Il budget di spesa per l’advertising è negativo.

Questo significa che, mentre la crisi di COVID-19 è ancora qui, i responsabili di marketing hanno almeno quattro compiti da portare a termine per poter sopravvivere e prosperare in questi tempi senza precedenti:

  • Trovare soluzioni efficaci dal punto di vista dei costi  
  • Implementare strategie per adeguarsi ad un mercato in contrazione
  • Diventare più rilevanti per il loro pubblico di riferimento
  • Costruire un flusso di vendita per il futuro

Cos’è il Content Marketing Return On Investment (ROI)

Social Media Content Marketing, Video Content, Creazione di contenuti e Content Curation per i brand non possono esistere senza un obiettivo: il Return On Investment (ROI).

Se non si misura il ROI, non si sa cosa si sta facendo.

Il termine “ritorno sull’investimento” è finanziario, comunemente usato per indicare il guadagno da un costo per qualche elemento di input non solo finanziario, come l’investimento di tempo, l’investimento emotivo, o l’investimento di sforzo.

Qui la formula più semplice per il ROI:

ROI = Ritorno / Investimento

Tuttavia, ci sono tanti obiettivi diversi nel marketing e tutti hanno il loro calcolo del ROI.

Inoltre, ci sono centinaia di parametri che generano costi o ricavi.

ROI del marketing = Ritorno sull’investimento

Come si può intuire, non è così facile calcolare se si sta andando bene.

È una sorta di ROI a breve termine: azione/reazione. Per esempio, il traffico ottenuto diviso il PPC (Pay Per Click) della campagna, o come il numero di lead fratto i costi della landing page.

Questo è un risultato diverso dal ROI del Content Marketing.

Come misurare il Content Marketing ROI

Cos’è il ROI, ritorno sull’investimento.

La formula è:

ROI = (Ricavi – Costi) / Costi

ROI content Marketing

Ogni euro speso deve restituire più di un euro.

Content marketing ROI Ricavi-costi/costi

Il fatturato è un parametro molto più chiaro: vendi il tuo prodotto/servizio? Sì o No. Se sì, quanto?

Anche i costi sono un parametro più chiaro. 

Le campagne di marketing e le pubblicità sono costi. Gli strumenti e le piattaforme sono costi, e anche le persone.

Tuttavia, sono tutti necessari. Non si può avere un ritorno sull’investimento senza costi di investimento.

Gli investimenti sono un asset per la tua azienda, quindi il contenuto è un investimento da ottimizzare nei risultati.

Questa è la differenza tra il ROI di una strategia di Content Marketing e il ROI di un evento di marketing.

Mentre un evento di marketing può essere una campagna PPC, un annuncio su Facebook, o qualsiasi altra cosa, con un ROI a breve termine, una Content Marketing Strategy porta un ROI a lungo termine.

Il ROI del Content Marketing non è un numero fisso. È un investimento che deve acquisire sempre più valore nel tempo. È un asset strategico che costruisce valore.

I budget si stanno riducendo e i decision maker esitano ad acquistare nuovi software.

Tuttavia, non si può semplicemente aspettare. La competizione è spietata, e il massimo che si può fare è preparare il proprio team a navigare e a prepararsi per nuove offerte.

Bisogna essere pronti.

Come identificare il tuo Content Marketing ROI

Secondo quanto detto finora, devi trovare l’obiettivo alla radice delle tue azioni di marketing.

Facciamo un esercizio.

Si chiama “I cinque perché” (Five Whys). È una tecnica, inventata in Toyota, che consiste nel chiedersi cinque volte “perché”, in modo che la natura del problema e la sua soluzione diventino chiare.

ROI Content Marketing e i 5 perché

L’obiettivo della tecnica dei 5 Perché è determinare la causa alla radice di un problema, il vero motivo che spinge all’azione.

Chiediti almeno cinque volte perché vuoi risolvere quel problema e troverai la causa alla radice. Con il vero problema in mano, ne uscirai con la giusta soluzione più facilmente.

Eric Ries, l’autore di The Lean Startup, scrive a proposito della tecnica dei 5 Perché, mostrando come le startup possano usarla per risolvere i loro problemi in modo efficiente.

È qualcosa che puoi applicare anche alla tua strategia di social media marketing.

I cinque perché per identificare il ROI

Il problema: non riesco a raggiungere il mio pubblico di riferimento.

Perché succede? Non ho i dati giusti da analizzare.

Perché? Le persone non condividono i loro pensieri. I social network fanno soldi tenendo i loro dati in una scatola nera. I brand hanno bisogno di un modo semplice per controllare ciò che interessa alla gente.

Perché? Per avere una visione d’insieme dei diversi mercati.

Perché? Per unire i topic del brand con quelli del cliente

Perché? Per aumentare l’acquisizione e la fidelizzazione dei clienti rispetto alla concorrenza.

Obiettivi Profit e No-Profit 

Per un brand, l’obiettivo principale è l’acquisizione e la fidelizzazione dei clienti.

Diverso però se parliamo di organizzazioni profit o no-profit.

Le aziende a scopo commerciale (profit) vogliono aumentare l’acquisizione e la fidelizzazione dei clienti rispetto ai competitor.

Perché? Per profitto, quindi interesse privato.

Le aziende a scopo non-commerciale (no-profit) hanno obiettivi diversi, di solito a impatto sociale.

Anche i no-profit hanno dei competitor. Tutto quello che potrebbe distrarre il benefattore dal versare/acquistare/offrire il proprio contributo alla causa è da considerare un competitor.

Cosa fa Ghostwriter AI per aiutarti a far crescere il Content Marketing ROI

Vuoi sapere come un approccio di Digital Consumer Intelligence può aiutare la tua azienda?

Hai sicuramente il tuo target di riferimento pronto, ma acquisire e mantenere l’interesse è una sfida. Gli utenti hanno comportamenti di navigazione difficili da interpretare e intenti d’acquisto spesso condizionati da trend del momento. 

Come dare valore alle persone con i contenuti se non hai idea di cosa amano e dove si trovano?

Smetti di tirare a indovinare. Ora guarda. Le persone là fuori stanno vivendo la loro vita.

Parliamo di tua madre.

Non preoccuparti. Sono una mamma io stessa, quindi ho le prove.

Pensa a te stesso quando eri un bambino.

Hai mai ascoltato tua madre volontariamente?

Affrontiamo un argomento banale, quotidiano ma controverso: lavarsi i denti.

L’hai mai ascoltata quando ti diceva di lavarti i denti?

Mai.

Ma cosa succede qualche anno dopo?

Che è la sera del tuo primo appuntamento e… ti preoccupi di avere l’alito fresco!

È una questione di priorità.

Quando sei un bambino,  la tua priorità è giocare, mangiare caramelle e cioccolata.

E i denti? Non puoi perdere due lunghi interminabili minuti a lavarti i denti quando ci sono così tante cose belle da fare.

Quando hai quindici anni, le cose cambiano. Hai priorità diverse. Le cose che contano sono altre.

Non perdere tempo a cercare di indovinare cosa è importante per il tuo pubblico. Non puoi.

Però puoi guardarlo.

Ghostwriter AI Trends per analizzare i trend dei tuoi clienti

Ecco un esempio d’uso di Ghostwriter Top Trends.

Ho filtrato il pubblico con il criterio “femminile”, e vedo che ciò che conta per loro in questo momento è la #voguechallenge.

Diamo un’occhiata: cos’è questo hashtag?

Basta cercare su Google per scoprire che è una sfida che Vogue, il popolare magazine, ha lanciato qualche tempo fa e che ha fatto impazzire le ragazze di tutto il mondo.

Trova le parole chiave per aumentare il ROI del content marketing.

Wow!

Di cosa ti occupi?

Vuoi essere il re o la regina di Instagram?

Ora sai che c’è una tendenza.

Sei un fotografo? Un Movie Maker?

Crea un tutorial per spiegare alle ragazze come modificare le loro foto per farsi notare nella sfida.

Sii un influencer.

Trova il tuo pubblico per aumentare il ROI del content marketing.

Ci sono tanti modi per sfruttare il real-time e i trend più recenti.

Devi solo trovare la tua strada.

Non hai ancora il tuo pubblico? Trovalo! Ti aiuteremo con i nostri servizi di AI Market Analysis.

Conclusioni

I dirigenti cercano ancora di indovinare quale siano i desideri del loro pubblico, senza però ascoltare le persone nella vita reale.

Ancora peggio, i brand chiedono alla loro agenzia di marketing di fare lo stesso!

Perché assumere degli esperti se non vuoi starli a sentire?

Oggi ci sono tanti modi per ricominciare da zero.

Devi capire che il tuo pubblico e guardare con attenzione a ciò che dicono i dati

L’AI per il marketing e la tecnologia di marketing sono l’aiuto che cercavi per farlo. La parte più intelligente, brillante e divertente del lavoro è nel tuo cervello.

Altro da leggere