Intelligenza artificiale e innovazione nel settore healthcare

intelligenza artificiale e healthcare

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Qual è e come si evolverà il rapporto tra il settore healthcare e l’intelligenza artificiale?

Molti processi operativi nel campo della salute possono essere digitalizzati, la sfida principale sarà farlo per primi. Intelligenza artificiale, big data e virtual reality sono le tecnologie al centro della trasformazione del servizio sanitario.
Le strutture si sono avvicinate alla tecnologia perché hanno capito quanto l’operatività e i servizi possano essere aiutati dalla tecnologia.

Al momento, il Covid ha accelerato la curva dell’adozione tecnologica e della digitalizzazione del settore healthcare, quasi da un giorno all’altro. Vedremo quando l’emergenza sarà finita quanto gli utenti e i pazienti saranno abituati e non vorranno più tornare indietro, raggiungendo quindi la massa critica che permette alla tecnologia di essere pienamente inclusa nella società.

L’intelligenza artificiale, e vale anche nel settore healthcare, è pervasiva in moltissimi ambiti, e tutti i processi non ambigui vanno digitalizzati. Quelli ambigui, invece, hanno bisogno di un intervento umano. Si tratta di una scelta fondamentale, in questo momento storico.
L’intelligenza artificiale è un ponte tra ciò che è digitalizzabile e ciò che non lo è.
Purtroppo molto dipende dalla qualità dei dati, che spesso nel settore healthcare è pessima.

Nel mondo clinico, l’impiego dell’intelligenza artificiale è spesso adoperata per il pattern recognition, utile a leggere immagini standardizzate come l’elettrocardiogramma, l’analisi patologica della pelle o l’analisi del sangue su un vetrino. Immagini standard la cui variazione nei pattern “sani” è indice di problemi. Attraverso i dati, si cercano i problemi. Non è ancora possibile farlo in modo del tutto automatizzato, ma si possono aiutare gli operatori clinici a ridurre la percentuale di errore grazie all’individuazione di aree su cui concentrarsi.

È necessario vedere la tecnologia come supporto, non come elemento sostitutivo del fattore umano. Infatti, è un tool utile se utilizzato nel modo giusto. L’intelligenza artificiale nel settore healthcare può portare molto valore, ma dobbiamo capire esattamente dove e come impiegarla.

Il nostro ospite: Luca Foresti

Luca Foresti è CEO del Centro Medico Santagostino, imprenditore specializzato in Management, ICT, Finance, HR management e applicazione di modelli fisici e matematici.

I LiveTalk di Ghostwriter AI

I nostri LiveTalk sono un incontro settimanale in cui parliamo con un/a professionista di come sia possibile osare per innovare nei diversi ambiti del business, e di come l’Intelligenza Artificiale può aiutare i processi.

Altro da leggere

Time for Innovation

Where are you from?