Strategia per l’Intelligenza Artificiale: Italia e USA a confronto

intelligenza artificiale italia usa

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Come si comportano i mercati di Italia e USA quando si parla di intelligenza artificiale?
Il mercato americano dell’innovazione, e l’ecosistema mondiale legato all’intelligenza artificiale, funzionano in modo diverso rispetto a quello italiano. 

Fare il salto verso un mercato americano significa cambiare profondamente paradigma ed ecosistema. In particolare, Boston è profondamente interessante per le società straniere: ha infatti saturato il livello di innovazione autoctono, rendendolo più appealing per la domanda estera. L’ecosistema Boston-New York, soprattutto, è particolarmente fiorente per il mercato B2B, mentre per il B2C è meglio orientarsi verso la Silicon Valley.

L’approccio USA è pragmatico: si parte dal mercato e non dalla tecnologia, che si trova in un secondo momento. Se si crea valore, l’expertise tecnologica è secondaria. L’attività di marketing e commerciale ha quindi un ruolo fondamentale in un approccio market-first, oltre all’importanza della conoscenza diretta e approfondita del mercato.

L’ecosistema fa sì che la credibilità aumenti, creando un nucleo solido di creazione del valore condiviso con altre persone. Diventa quindi più semplice avere successo, rendendola quasi una profezia auto-avverante.

In USA, il budget è quasi al 50% dedicato al marketing e sales, mentre in Italia non è così, per molti livelli.

In USA, è molto noto e diffuso il concetto di buoni clienti, comportandosi con le startup in modo da creare un rapporto virtuoso che faccia crescere entrambi. Trovare un buon cliente è necessario e porta, solitamente, dei finanziatori di conseguenza.

La credibilità imprenditoriale è un altro elemento fondamentale, perché è un elemento che influisce sull’immagine e sulle decisioni di marketing.

Per vincere, c’è bisogno di un team, possibilmente molto più bravo del singolo. Inoltre, si insegnano spesso gli errori commessi, in modo da far partire le altre persone evitando i passi falsi già commessi da altri, permettendo una crescita esponenziale e riducendo tantissimo i rischi: in tre mesi, è già possibile capire se un’idea avrà successo o no.

L’immensa competitività fa sì che il marketing e la comunicazione diventino fondamentali per farsi trovare e attirare l’attenzione delle venture capital. 

Le differenze di mercato tra Italia e USA, quando si parla di intelligenza artificiale, esistono. L’ecosistema italiano è fondamentalmente diverso, ma creare del valore è la strategia perfetta per far sì che qualcosa torni al mittente, amplificato, in una collaborazione bidirezionale e costante.

Il nostro ospite: Andrea Ridi

Andrea Ridi è founder di Rulex, Advisor di SevenTrainVentures e Cofounder e Board Member di 42N Advisors. Vive e lavora a Boston.

I LiveTalk di Ghostwriter AI

I nostri LiveTalk sono un incontro settimanale in cui parliamo con un/a professionista di come sia possibile osare per innovare nei diversi ambiti del business, e di come l’Intelligenza Artificiale può aiutare i processi.

Altro da leggere

Time for Innovation

Where are you from?