Arte e intelligenza artificiale: la tecnologia al servizio del bello

arte e intelligenza artificiale

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

L’arte e l’intelligenza artificiale possono unirsi per moltissimi scopi, non ultimo quelli educativi, per innovare il mondo della cultura. L’arte può osare tantissimo con la sperimentazione tecnologica, dalla digitalizzazione delle opere alle mostre immersivi in realtà aumentata e ambienti virtuali.

Le esperienze immersive aiutano ad avvicinare il pubblico all’arte, motivando anche chi non è abituato a fruire dell’arte, creando un circolo virtuoso che porta valore e diffonde l’arte e la cultura. La classificazione delle immagini e dei loro dettagli è più rapida grazie all’intelligenza artificiale, e ArtCentrica ne sta già pianificando l’uso per il 2022.

Ovviamente, l’intelligenza artificiale per essere di aiuto deve essere addestrata. In questo modo potrà, ad esempio per un uso di image recognition e individuazione di elementi comuni fra i quadri, distinguere i diversi elementi che compongono le immagini e abbinare, catalogare, le immagini come appartenenti a certe categorie. La “Dama con l’Ermellino” farà parte anche della categoria “quadri con animali”, come la “ragazza con l’orecchino di perla” farà parte anche della categoria “gioielli”.

Nonostante questo, non è da ignorare l’importanza dell’interpretazione, che necessita di basi di etichettatura molto ampie: la stessa immagine, lo stesso quadro possono essere analizzati in modo molto diverso da uno storico dell’arte, uno storico della moda e da uno studioso dell’epoca raffigurata nel dipinto. Non si tratta più quindi di riconoscere elementi ma anche di interpretarli in contesti diversi, cosa che l’Intelligenza Artificiale non sa fare.

La digitalizzazione ha reso l’arte accessibile anche durante i mesi di lockdown e ha aperto nuovi modi di promuovere l’avvicinamento all’arte, solleticando la voglia di andare, o ritornare, a vedere le opere dal vivo.

Inoltre, permette di studiare da vicino le opere da qualsiasi città del mondo, permettendo di far appassionare alla pittura intere generazioni di persone grazie al sapiente uso della tecnologia e dell’intelligenza artificiale.

Se riusciamo ad evolverci in un modo che possa andare di pari passo con le macchine, traendone benefici, possiamo aprire tantissime possibilità nel nostro futuro, anche artistico.

L’arte e l’intelligenza artificiale, quindi, non sono antitetiche né lontane tra loro, ma insieme possono creare un ecosistema che renda cultura pervasiva, accessibile e comprensibile per tantissime persone in tutto il mondo, dando vita a un servizio potentissimo e ricco di ispirazione.

Il nostro ospite: Marco Cappellini

Marco Cappellini è fondatore e amministratore delegato di Centrica, che coniuga le competenze ingegneristiche con la valorizzazione dell’arte e del panorama culturale italiano.

I LiveTalk di Ghostwriter AI

I nostri LiveTalk sono un incontro settimanale in cui parliamo con un/a professionista di come sia possibile osare per innovare nei diversi ambiti del business, e di come l’Intelligenza Artificiale AI può aiutare i processi.

Altro da leggere

Time for Innovation

Where are you from?