Come il marketing natalizio è cambiato nel 2021

marketing natalizio

Condividi questo post

Come è cambiato il marketing natalizio negli ultimi due anni? 

L’anno scorso è stato problematico per molte persone – e anche per molte aziende.

Fortunatamente, le cose negli ultimi dodici mesi sono cambiate.

Ora, possiamo ripensare nuove strategie, grazie a un’esperienza nuova.

Quindi, come andranno le cose per le feste 2021-2022? Vedremo alcune tendenze che sono arrivate per rimanere, e alcuni suggerimenti per anticipare i trend e dare il meglio in questa nuova holiday season.

Come il marketing natalizio è cambiato negli ultimi due anni

Tutto è iniziato nel 2020, e il 2021 sarà ricordato come un anno incredibile per lo shopping online.

Vi ricordate i tempi in cui, prima della pandemia, tutta la città assaliva ogni singolo negozio durante il periodo di Natale, e ognuno era carico di buste luccicanti e nastri scintillanti?

La gente ha spostato i suoi comportamenti di consumo, preferendo l’online al posto delle code infinite. Tuttavia, è solo uno spostamento, che non cambia poi di molto il risultato finale.

Lo shopping è ancora uno degli elementi più importanti delle vacanze natalizie, e i marketer, i retailer e i brand devono essere concentrati e preparati. La pandemia di Covid-19 ha cambiato il modo in cui le persone si approcciano allo shopping, non solo nel modo in cui fanno acquisti, ma anche per quanto riguarda il tipo di oggetti che scelgono. Un esempio è l’elettronica: le persone hanno generalmente acquistato più prodotti di questo genere durante i primi mesi della pandemia.

Quindi, cosa dovrebbero aspettarsi i retailer?

Di andare di corsa come al solito, ma online. Ormai dovrebbero essere abbastanza abituati a questo modo di fare shopping. Non sappiamo quale sarà lo stato della pandemia durante gli affollati e frenetici giorni di Natale, quindi meglio giocare d’anticipo.

Esattamente come l’anno scorso, la prossima battaglia della stagione dello shopping si giocherà online, anche se con un paio di differenze rispetto al 2020 – e forse un po’ meno stress.

Come comprendere le nuove priorità 

Le vacanze di Natale possono essere un periodo impegnativo e stressante. Ogni brand desidera ottenere un picco nelle vendite e garantire una customer experience favolosa. Allo stesso tempo, però, tutti i competitor faranno la stessa cosa. I clienti saranno ansiosi di trovare il miglior regalo per tutti i loro cari, e i brand devono essere sicuri di essere “sul pezzo”.

Tuttavia, c’è qualcosa che non bisogna dimenticare: le priorità sono sensibilmente cambiate. Le persone si preoccupano di più di una profonda connessione con il brand, dell’etica e della sostenibilità dei prodotti. Cercano marchi affidabili e aggiornati che condividano i loro valori. 

Inoltre, la pandemia ha cambiato il modo in cui ci avviciniamo agli altri e a noi stessi, modificando comportamenti e abitudini.

La Piramide di Maslow è oggi più attuale che mai, anche se sotto una nuova luce. 

Anche se c’è un forte e comprensibile desiderio di tornare a tempi “normali”, dobbiamo accettare che potrebbe volerci ancora un po’. Le persone si preoccupano di più degli aspetti intangibili dei brand che sostengono, il che è una fantastica opportunità per investire più tempo e risorse nella customer experience e nelle strategie di comunicazione.

Tre modi in cui l’AI aiuta il marketing natalizio 

Stiamo parlando di nuove priorità, nuovi modi di fare shopping e, in un certo senso, di una nuova realtà. Quindi, come possono i brand, i marketer e i retailer utilizzare l’intelligenza artificiale per adattare il loro business a un nuovo modo di vivere lo shopping natalizio? 

Una customer experience magica 

Il customer support è fondamentale, specialmente quando la maggior parte della customer experience è online – e specialmente in un periodo frenetico come il Natale. Il problema per i brand è che il target si aspetta prontezza. Il tempo per rispondere diventa pochissimo. Che sia via email, call center o chat, le persone vogliono il miglior customer care possibile.

L’intelligenza artificiale ti aiuta a gestire tutte le richieste e a rendere la tua CX magica come il Natale.

Se hai bisogno di aiuto con le richieste, il nostro WAD è il tuo elfo di Babbo Natale: un chatbot conversazionale basato sull’AI che dà ai tuoi clienti le risposte di cui hanno bisogno nel momento in cui le chiedono.

Predire i bisogni dei clienti 

Come esseri umani, i clienti cambiano idea. Oggi sono preoccupati per il loro lavoro e domani per come gestire i bambini a casa. Cambiano dinamicamente perché anche il mondo intorno a loro sta cambiando. Il tuo brand e la tua strategia di marketing devono adattarsi e abbracciare i cambiamenti per essere aggiornati e pronti a reagire.

L’AI può aiutarti analizzando il customer behaviour del target. In questo modo, avrai molte meno sorprese, sarà più facile gestire gli ordini, e le campagne pubblicitarie e le newsletter saranno personalizzate con informazioni più accurate e aggiornate.

Migliorare l’email marketing di Natale 

Niente più regali inaspettati. Fai sentire i clienti speciali e non lo dimenticheranno. Che cosa significa? Semplice: personalizzazione.

Come può aiutarti l’AI? Grazie alle informazioni raccolte tra dati vecchi e nuovi, potresti inviare un’email esclusiva ai tuoi clienti con suggerimenti specifici dal tuo catalogo per aumentare la fidelizzazione. In questo modo, i clienti potrebbero anche ridurre le opzioni tra cui scegliere – il che è vantaggioso non solo per il tuo brand, ma anche per il loro stress pre-natalizio.

Conclusioni

Il modo giusto per non sentirsi sopraffatti all’idea del marketing natalizio è una buona pianificazione. L’intelligenza artificiale è un aiutante che renderà le tue campagne di marketing più facili, i clienti più felici, e ti darà tonnellate di nuovi dati con cui lavorare.

Niente male come regalo di Natale, vero?

Altro da leggere