Intelligenza artificiale e vita nel futuro

intelligenza artificiale vita nel futuro

Condividi questo post

La trasformazione digitale in questi ultimi due anni è riuscita a far superare problemi di operatività aziendale. La spinta della necessità ha dato il suo netto contributo, spingendo all’azione invece di procrastinare nuovi processi e mindset. Quando si fa innovazione, è fondamentale osare e pianificare. Quindi, cosa ci aspetta nel futuro dell’intelligenza artificiale e dell’innovazione?

La tecnologia è un abilitatore e acceleratore.

Vale la pena provare e tentare, ma non farlo all’ultimo momento: prevedere dei possibili cambiamenti aiuta a non dover sostituire dei processi dall’oggi al domani. Bisogna essere preparati.

La tecnologia deve essere un abilitatore positivo, deve aiutarci a migliorare il mondo e il futuro, e anche aiutare le persone a ricollocarsi e a formarsi.

Innovazione e tecnologia sono state le chiavi per fermarci il meno possibile durante gli anni della pandemia, ad esempio grazie al lavoro da remoto, un cambiamento che parla di futuro. La digitalizzazione è essenziale ma non bastano solo gli strumenti, è necessario capire come rendere funzionali da remoto determinati processi.

Non dobbiamo accontentarci di ciò che funziona, ma dobbiamo pretendere la massima efficienza, e per questo gli investimenti sono essenziali, soprattutto in un ecosistema digitale.

Un nuovo ecosistema di cui tanto si parla oggi è il Metaverso, che potrà essere una di tante realtà che ci permetteranno una modalità immersiva, con l’aiuto della realtà virtuale, per poter fare diverse cose, come le riunioni di lavoro, l’uso di videogame o i concerti. 

Le macchine possono analizzare moltissimi dati di ogni tipo, lavorando statisticamente meglio rispetto alla figura umana, ma quanti di noi si fiderebbero, ad esempio, di una terapia data da un algoritmo? 

La tecnologia ha sempre bisogno della discrezionalità umana, perché gli algoritmi non sono perfetti, e i database hanno, per loro stessa natura, dei bias, senza contare la complessa questione della responsabilità decisionale e della gestione normativa. Come si evolverà l’intelligenza artificiale in futuro? Dipende da cosa riusciremo a creare.

Il nostro ospite: Massimo Canducci

Massimo Canducci è Chief Innovator Officer di Engineering.

I LiveTalk di Ghostwriter AI

I nostri LiveTalk sono un incontro settimanale in cui parliamo con un/a professionista di come sia possibile osare per innovare nei diversi ambiti del business, e di come l’Intelligenza Artificiale AI può aiutare i processi.

Altro da leggere