Human Learning per l’Intelligenza Artificiale

human learning

Condividi questo post

L’intelligenza artificiale può essere vista non come tecnologia, ma come una continuazione della filosofia e dello human learning.

Filosofia e STEM non sono nettamente separate, ma le scienze sono figlie della filosofia, hanno una radice comune, al di là di una artificiosa contrapposizione tra discipline scientifiche e umanistiche.

Gli algoritmi modellano l’ambiente basandosi sulle esigenze umane. L’intelligenza artificiale nasce da una domanda che non è tecnologica, ma filosofica: una macchina può pensare? Da lì si è sviluppata un’altra domanda, nel tempo, alla base del machine learning: può il pensiero essere meccanizzato? L’addestramento e il dialogo delle macchine proviene da ciò che insegniamo loro.

Il pensiero non è un’attività, ma è ciò che caratterizza l’uomo, quindi chiedersi se una macchina può pensare è filosofia. Per questo serve lo human learning.

Come far conoscere l’intelligenza artificiale?

L’intelligenza artificiale deve essere spiegata con un approccio pedagogico, in modo da renderla comprensibile per tutti e rendendola accettabile su larga scala, non solo focalizzandosi sugli aspetti economici ma anche per aiutare l’essere umano a comprendere se stesso.

L’intelligenza artificiale è già tra noi e nella nostra società, in senso filosofico: la nostra intelligenza è già artificiale, perché ciò che sappiamo lo abbiamo imparato da altre persone. In realtà, tutto ciò che abbiamo ci è stato dato da qualcuno – che siano parole o pensieri -, è un frutto della società. L’intelligenza è sia artificiale sia naturale, e contemporaneamente non è nessuna delle due cose.

Forse è più puntuale parlare di differenza tra intelligenza e invenzione, dove con invenzione si intende la produzione e la creazione di qualcosa di nuovo, che prima non c’era.

Il nostro ospite: Giovanni Landi

Giovanni Landi è Portfolio Director a FINIX Technology Solutions.

I LiveTalk di Ghostwriter AI
I nostri LiveTalk sono un incontro settimanale in cui parliamo con un/a professionista di come sia possibile osare per innovare nei diversi ambiti del business, e di come l’Intelligenza Artificiale AI può aiutare i processi. 

Altro da leggere