Dati e cultura aziendale: un nuovo paradigma

dati e cultura aziendale

Condividi questo post

Per risolvere i problemi, servono informazioni da elaborare con algoritmi. In che modo i dati e la cultura aziendale possono migliorare questa relazione?

Il mondo del machine learning e della data science ha una crescita velocissima, e si possono fare molte più cose con degli algoritmi avanzati rispetto a qualche anno fa. 

Dall’altro lato, però, il fallimento dei progetti di intelligenza artificiale è pari all’80%: perché? Il problema è spesso una cultura del dato non sufficiente .

Il mondo dei dati, anche in azienda, è un processo supportato da una serie di processi e tecnologie per raccogliere e comprendere la semantica del dato stesso, e solo al fondo di questo processo arriva la parte algoritmica.

L’intelligenza artificiale è un sistema complesso, non semplice da integrare nelle aziende, non solo per ragioni tecniche, ma anche bias umani dovuti alla mancanza di informazioni durante il processo di digitalizzazione.

Figura centrale del processo è quella del data scientist.

Cosa fa il data scientist? Si tratta di un termine ombrello che copre molte expertise diverse tra loro, con sovrapposizioni limitate. I data scientist capiscono cosa può essere utile e come applicarlo al business in modo concreto grazie agli algoritmi. 

Che si tratti di data scientist o di data journalist, figure molto ricercate soprattutto negli USA, una delle capacità essenziali è saper comprendere e analizzare i dati nel modo corretto. Fondamentali sono delle competenze statistiche e matematiche solide e di altissimo livello, ma anche sapersi rapportare con le discipline umanistiche per non diventare autoreferenziali, mantenere la mente aperta e non focalizzarsi solo sui tecnicismi.

Gestire basi dati eterogenee e algoritmi è complesso. Spesso gestire il dato in sé sembra qualcosa di semplice. In realtà, a livello di cultura aziendale, è altrettanto importante e difficile. La cultura aziendale deve essere modificata per far capire che sia gli algoritmi sia i dati sono argomenti altrettanto importanti, e non possono esistere uno senza l’altro.

Il nostro ospite: Alberto Danese

Alberto Danese è Head of Data Science di Nexi e co-autore di La Cultura del Dato.

I LiveTalk di Ghostwriter AI

I nostri LiveTalk sono un incontro settimanale in cui parliamo con un/a professionista di come sia possibile osare per innovare nei diversi ambiti del business, e di come l’Intelligenza Artificiale può aiutare i processi.

Altro da leggere